H24INVESTIGAZIONI 24 ore su 24 CHIAMA SUBITO+39 3355631494

Case Details

Agenzia Investigativa WPS
Most Recent Legal Case

INDAGINI PER PROCESSI CIVILI E PENALI

Il difensore, nell’esercizio del proprio ufficio, può svolgere indagini per identificare elementi di prova a favore del proprio assistito come previsto ai sensi dell’art. 327 bis del codice di procedura penale, avendo la facoltà di avvalersi anche di un investigatore privato.

L’agenzia W.P.S. dall’anno 2000 offre questo tipo di servizio ed ha operato in casi giudiziari di rilevanza nazionale quali:
– omicidio Colacioppo;
– omicidio Guazzarotti;
– omicidio Rossi;
– presunto suicidio Bucci;

L’Agenzia ha importanti convenzioni con i maggiori laboratori criminalistici privati operanti sul territorio nazionale che gli consentono di offrire le seguenti analisi scientifiche:
– genetica forense;
– tipizzazione del DNA per riconoscimento e/o disconoscimento paternità;
– analisi chimiche;
– analisi dell’acqua, analisi merceologiche, analisi di esplosivi;
– indagini di identificazione
– esaltazione di impronte papillari latenti su materiale di varia natura, esame di manoscritti e/o dattiloscritti al fine di rilevare eventuali alterazioni e/o falsificazioni
– indagini tossicologiche: identificazioni e quantizzazione di sostanze stupefacenti e/o farmaci;

Tramite le investigazioni penali e private, che possono essere svolte sia per conto della difesa che della persona a cui sono stati imputati reati, è possibile portare alla luce fatti e situazioni al fine di tutelare la libertà della persona.

Tali indagini difensive comprendono la ricerca e l’intervista a testimoni informati dei fatti, il reperimento di prove, la verifica di prove e controprove, l’attendibilità dei testimoni ed alibi, perizie, sopralluoghi e documentazioni video e fotografiche.

In Italia è possibile svolgere indagini difensive, anche preventive, prima dell’inizio del processo penale (in modo da raccogliere prove e controprove che abbiano valore legale), grazie all’entrata in vigore nel 1989 del nuovo codice di procedura penale, che ha istituito un sistema processuale prevalentemente accusatorio, in cui si confrontano il pubblico ministero, il difensore di fronte ad un giudice, in qualità di terzo.